giovedì, 26-01-2017 13:35

Turismo e infrastrutture è la tappa n.2.


Stefano Marchegiani

Il tema sarà uno di quelli più sentiti; il dibattito concreto e improntato su una progettualità di lungo termine. C’è attesa per la 2^ tappa delle “Strategie e strumenti per lo sviluppo turistico della città” promosso dall’Amministrazione comunale dal titolo “Turismo, strutture, infrastrutture” in programma dalle ore 9 alle 13 di giovedì 2 febbraio, nella sala Verdi del Teatro della Fortuna.

Prevedere uno spazio più ampio è stato necessario perché “la prima tappa del percorso ‘Strategie e strumenti per lo sviluppo turistico della città’ - ha detto il sindaco Massimo Seri - è stata molto partecipata e se ne preannuncia una seconda, sulle strutture e infrastrutture, con un'affluenza ancora maggiore”. 

Abbiamo avuto importanti apprezzamenti per l’iniziativa intrapresa - continua il primo cittadino -. Il tema del turismo come veicolo, driver di sviluppo economico della città, è molto sentito. La volontà dell’Amministrazione è quella di definire un piano del turismo che sia partecipato, chiaro, sostenibile, che derivi da una vision moderna della città e che sia appropriato ai caratteri del mercato nazionale e internazionale”.

Due gli argomenti al centro del dibattito: l’analisi e il potenziamento di alberghi, b&b, camping e delle nuove tipologie di strutture ricettive e lo studio, le suggestioni, i progetti per potenziare le infrastrutture materiali delle città e collegarle con le nuove tecnologie della comunicazione, della mobilità, dell'ambiente e dell'efficienza energetica. 

Indagheremo numerosi aspetti legati all’accoglienza turistica – ha aggiunto il vice sindaco con deleghe al Turismo e alla Cultura di Fano Stefano Marchegiani -: dalla fotografia attuale delle strutture alberghiere ai progetti, alle visioni, alle condizioni necessarie per rendere il sistema turistico fanese adeguato e attraente, fino a parlare delle infrastrutture necessarie per rendere ‘sostenibile’ il settore. Per questo, il 2 febbraio saranno presenti tutti gli assessori della città. Sarà un’occasione per conoscere lo stato attuale, le potenzialità e i progetti a lungo termine del Comune”. 

Progetti che potranno riguardare non solo quello che, a prima vista, si presenta agli occhi di un visitatore, le strutture ricettive, ma anche il sistema d’infrastrutture e caratteristiche che intervengono a creare l’identità e la qualità di vita cittadina: la cura del verde, la mobilità sostenibile, la difesa della costa, la balneabilità delle acque, gli eventi e le strutture sportive, l’abbattimento delle barriere architettoniche…

L’accoglienza del turista è il primo e fondamentale tassello da migliorare - continua Marchegiani -. Ad analizzarlo in un’ottica coerente per il mercato internazionale sarà l’ospite della seconda tappa Guido Castellini, direttore sviluppo di AllegroItalia, che ha esaminato la varietà e le caratteristiche della proposta locale per valutare le opportunità fanesi

Per delineare un nuovo percorso strategico - dice Castellini, direttore sviluppo della catena alberghiera Allegroitalia, già CEO della Divisione Hotel di Alessandro Rosso Group, manager del settore Business Development di Italia Turismo, docente di diversi Master in Management delle destinazioni turistiche - è necessario conoscere a fondo le potenzialità che un territorio come quello fanese, è in grado di offrire. Per questo ho effettuato una ricognizione sulle strutture ricettive, alberghiere in particolare, e individuato le criticità tra cui un eccesso di frammentazione e una carenza di manutenzione e adeguamento alle richieste della nuova domanda. Profilare percorsi e strumenti per la loro riqualifica sarà il passaggio successivo, e urgente, che i privati, sostenuti da un’Amministrazione lungimirante dovranno fare. Le opportunità di potenziamento ci sono. Ora è necessario capire qual è il percorso che la città vuole intraprendere”. 

Il programma della mattinata prevede, dopo il benvenuto del sindaco Seri, il punto dei lavori a cura dell’assessore Marchegiani, i saluti dell’assessore regionale al Turismo Moreno Pieroni (ore 9.15), l’intervento di Castellini “Ospitalità a Fano: caratteristiche attuali e opportunità di sviluppo”, alle ore 10, e alle 10.45, le “Analisi e progetti dell’Amministrazione comunale” degli assessori. La mattinata proseguirà con il dibattito aperto, previa iscrizione (da effettuare in sala Verdi, in concomitanza con l’apertura dei lavori alle ore 9.00), ai professionisti (chiamati a partecipare anche architetti e ingegneri), agli operatori del settore e ai cittadini, nel segno di quel percorso condiviso avviato il 15 dicembre scorso. 

Come già fatto nella prima tappa – garantisce il vice sindaco – raccoglieremo gli interventi e le osservazioni dei presenti in vista di una sintesi finale che faremo in seguito alla terza tappa per mettere a sistema, in un documento complessivo e partecipato, l’ossatura del piano strategico turistico di Fano”.

 

GUIDO CASTELLINI
Direttore sviluppo catene alberghiere internazionali

Milanese, 48enne, Guido Castellini è stato negli ultimi 3 anni Amministratore delegato dall’Hotel Division per Alessandro Rosso Group S.p.a. L’azienda con trent’anni di esperienza nel settore Meeting, Incentive, Convention, Eventi e del Turismo, è cresciuta grazie all’acquisizione di importanti aziende nazionali ed internazionali attestandosi come leader di mercato in Italia e in Europa. Castellini ha curato l’accordo di partnership strategica con Barcelò Hotels & Resort  e coordinato l’attività di ricerca e analisi di nuove opportunità di gestione, in Italia della catena Town House / Seven Stars.

Dal 2003 al 2014 è stato responsabile Commerciale, Marketing e Sviluppo per Italia Turismo S.p.a., che si occupa di investimenti strategici in campo turistico. La società è specializzata nello sviluppo e nella riqualificazione di strutture ricettive e contribuisce al riposizionamento competitivo delle destinazioni nelle quali opera. Per la S.p.a., Castellini ha redatto lo sviluppo del maggior programma di turismo integrato nel Sud Italia pari a un investimento di 200milioni di euro.

Collabora da 14 anni con la LUISS Business School di Roma e Il Sole 24 Ore ed è protagonista di giornate di insegnamento per Master Turismo TQM di Roma e Milano e per l’IMTL, International Master in Tourism & Leisure di Trieste.

Significativo è stato l’avvio della sua carriera professionale, iniziata negli Stati Uniti (Massachusetts), in tour operator per il quale Castellini ha ideato e gestito dagli Usa itinerari giornalieri in Italia e creato e gestito joint venture tra aziende italiane e statunitensi.

Dal 1° gennaio 2017 Guido Castellini ha abbracciato una nuova sfida professionale, ricoprendo l’incarico di business development manager di AllegroItalia, catena italiana emergente ad oggi in fase di forte crescita con ambizioni di sviluppo nazionali e internazionali.