martedì, 06-11-2018 10:31

Progetto europeo per il FabLab.


rocca malatestiana

Nelle giornate del 7 e 8 Novembre il Comune di Fano ospiterà l'evento di lancio del progetto “MAKE IN CLASS - Developing maker-based learning paths in class to prevent early school leaving”, co-finanziato dal Programma Erasmus+ KA2-Cooperation for Innovation (KA201-Strategic Partnerships for school education) che durerà 25 mesi e si concluderà ad Ottobre 2020.

Il Comune partecipa al progetto in qualità di partner insieme al Polo Didattico 3 di Fano, sotto il coordinamento dell’Ente di formazione CO.META srl uni personale.

Il progetto ha lo scopo di realizzare attività di supporto a studenti ed insegnanti per incentivare processi di inclusione e di miglioramento delle “competenze chiave” con il fine ultimo di combattere l’abbandonano scolastico, lo scarso rendimento nonché il coinvolgimento dei cosiddetti NEETs (ossia persone non impegnate in alcun modo nello studio, nel lavoro nella formazione).

Grazie a questo finanziamento europeo, il Comune di Fano in particolare, potrà dare ampio risalto e incentivare il lavoro del Fablab Sant'Arcangelo di Fano – Musica e Smart city.  

Infatti il progetto “Make in Class” si pone anche l’obiettivo di creare un network europeo di “maker spaces”, istituti e organizzazioni di supporto che promuova la realizzazione di “maker labs” anche nelle scuole.

Le attività di sperimentazione digitali svolte all’interno del Fablab di Fano, anche grazie al coordinamento dell'associazione culturale fanese IES, già da tempo infatti costituiscono una realtà operativa per la diffusione della cultura dei laboratori digitali e del making (fai-da-te), con il fine ultimo di aggregare e appassionare i giovani all’elettronica e all’informatica.

Grazie a questo nuovo progetto europeo, il Fablab di Fano potrà ancor di più coinvolgere gli studenti delle scuole del territorio, di ogni ordine e grado, ma anche insegnanti, dirigenti scolastici ed educatori in conferenze scientifiche, sperimentazioni digitali e incontri didattici che diffondano la cultura  informatica dal punto di vista applicativo.

Il tutto avverrà con un ulteriore valore aggiunto offerto dal confronto su scala internazionale grazie alla presenza nel partenariato del progetto di enti di formazione, Istituti secondari di II grado e FabLab in Spagna, Malta e Germania.